Con l’espressione perversioni sessuali o più correttamente col termine scientifico parafilia, si intende l’attrazione per un comportamento sessuale ritenuto anomalo e deviante la norma.

Perversioni sessuali: le caratteristiche fondamentali

Le perversioni sessuali consistono in intensi e ricorrenti impulsi e fantasie eccitanti aventi come oggetto bambini o altre persone non consenzienti, oggetti non umani e l’infliggere o il ricevere sofferenza o umiliazione nel rapporto con il partner.

Per poter parlare di perversioni, o parafilie, è necessario che i comportamenti sessuali siano ripetitivi e rappresentino l’unica modalità attraverso la quale vivere la sessualità. Quando, invece, i comportamenti sessuali non convenzionali vengono scelti deliberatamente e agiti in maniera non esclusiva da partner consenzienti non è possibile parlare di perversioni. La patologia sessuale viene quindi ricondotta all’esclusività ed alla compulsività del comportamento sessuale ed alla mancanza di consenso da parte dei partner.

Perversioni sessuali: tipologie

Le perversioni sessuali riconosciute sono numerose e per poter essere considerate tali devono causare nel soggetto disagio clinicamente significativo e compromissione del funzionamento in diverse aree della vita dello stesso.

Le principali sono:

  • Feticismo: forma di perversione sessuale che consiste nel ricercare l’eccitazione attraverso una parte del corpo del partner o un oggetto che gli appartiene (in genere un indumento).
  • Frotteurismo: forma di perversione che consiste nell’impulso di toccare o strofinarsi contro persone non consenzienti, al fine di conseguire l’eccitazione sessuale.
  • Necrofilia: deviazione sessuale che consiste nel provare attrazione nei confronti dei cadaveri.
  • Pedofilia: forma di perversione che consiste nell’avere impulsi e attività sessuali nei confronti di bambini prepuberi.
  • Sadomasochismo: deviazione sessuale consistente nel ricercare l’eccitazione attraverso la somministrazione di sofferenza a se stessi o agli altri.
  • Travestitismo: deviazione sessuale nella quale il soggetto ricerca l’eccitazione indossando abiti del sesso opposto (da non confondersi con il transessualismo che, invece, non è una parafilia ma che ha a che fare con un disturbo dell’identità di genere).
  • Urofilia e coprofilia: forma di perversione consistente nel trarre piacere sessuale dal rapporto con urine e feci.
  • Voyeurismo ed esibizionismo: forme di deviazioni sessuali nelle quali il soggetto ricerca l’eccitazione spiando l’intimità di persone ignare o mostrando i propri genitali a persone non consenzienti.
  • Zoofilia: forma di perversione che consiste nell’agire pratiche sessuali con animali.

La terapia delle perversioni sessuali

Spesso le persone affette da tali disturbi non giungono spontaneamente in terapia ma vengono costrette dalla legge o da un parente. In tali casi le persone si recano in terapia per ragioni strumentali e risultano, pertanto, poco motivate ad un lavoro terapeutico.

Diverso è il caso di persone che richiedono un lavoro terapeutico per difficoltà sessuali connesse a fantasie sessuali non inquadrabili come parafilie.

Nel caso delle perversioni sessuali l’approccio terapeutico varierà in funzione della comorbidità con altri disturbi, in particolare i disturbi di personalità, del grado di pericolosità sociale della persona e della compromissione del suo funzionamento nelle diverse aree della propria vita.

La psicoterapia cognitivo comportamentale rappresenta un approccio utile per la valutazione delle parafilie, la stabilizzazione della sintomatologia e la costruzione di un piano di cura.

Per maggiori informazioni o per una richiesta di appuntamento, clicca qui.

Il Dottor Fabio Theodule, psicoterapeuta e sessuologo a Torino, riceve su appuntamento presso il Centro di psicoterapia a Torino, Centro Galileo Ferraris.

Articoli correlati

Bibliografia

Note legali: le informazioni contenute nel presente sito sono di natura scientifica e hanno scopo puramente divulgativo. Qualsiasi intervento clinico deve avvenire, in base alla legge italiana, sotto la completa responsabilità del professionista abilitato.